Bela Murrina - Gioielli in vetro di Murano
La Bellezza Unica del Vetro di Murano
Aro Ha_0986.jpg

Bio

 
 

benvenuti

Il  legame per il disegno e il vetro di Murano mi accompagnano da quando ero bimbo. Ricordo come fosse oggi il primo momento in cui alle elementari conobbi per la prima volta il vetro di Murano. Fu un momento altamente coinvolgente : il vetro, i colori e il fuoco che accompagna .. fu amore a prima vista.

Un amore che rimase silente fino al tempo delle  scuole superiori quando frequentando l’indirizzo sperimentale dell’istitututo tecnico per geometri mi ritrovai nuovamente a mettere mano nel vetro di Murano.Cominciai ad entrare nella tecnica, a frequentare mostre e a conoscere vetrai. Quello fu il momento in cui quel primo legame che avevo intuito da bambino comiciò a riprendere vita .

L’approccio di quella scuola  più che concettuale era  concreto, diretto e rivolto a creare le condizioni per fare esperienza nel campo. Cosi che per un progetto di studio ci portavano a fare ricerca a Murano intervistando proprio coloro che lavoravano il vetro. Ero profondamente curioso e desideroso di conoscere il mistero di quell’arte millenaria.

E dopo aver girato per le botteghe dei vetrai, dopo averli ascoltati con curiosità iniziai a sentire un profondo dispiacere nell’accorgermi di come il valore di questo prezioso vetro intriso di arte di tradizione e storia si stava perdendo.  

I maestri vetrai e la gente che lavorava il vetro più che occuparsi di preservare il vetro si lamentavano per la concorrenza e per il grande mercato con cui pensavano di non poter competere. Mi accorsi con molto dispiacere che non c’era più fiducia nel prodotto e si stavano perdendo millenni di storia.

Contemporaneamente mentre cresceva la mia attrazione per il vetro di Murano stava crescendo anche la passione per il disegno. A sua volta  questa mi accompagnava già dal tempo delle elementari. Era come se già a quel tempo innocentemente avessi intuito strade inconsuete da percorrere nella vita. Strade di coerenza, strade di passioni che mi appartengono e parlano di me . Strade da percorrere e da realizzare.

La passione per il disegno mi portò anche nel mondo della moda prima a disegnare scarpe e poi a disegnare gioielli. Disegnavo gioielli per singoli clienti, ero quello che metteva in carta le loro idee che poi venivano prodotte. Ero quel meccanismo che permetteva la trasformazione di un desiderio in realtà. .